fotobanner_orchestra_10

Orchestra Filarmonica Marchigiana

IN PRIMO PIANO

audizioni 2016_thumb

vai alla pagina>

_________________

HUBERT SOUDANT
Direttore Principale

soudant2_thumb

Intervista a Hubert Soudant

soudant_intervista_thumb

_________________

La Stagione FORM a

form_off_manchette

_________________

Info spettacoli FORM:

callcenter_thumb

FORM: Soudant dirige la Quinta Sinfonia a Jesi

soudant_quinta_news_big

Boom di abbonamenti alla stagione sinfonica dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana che parte domani all’insegna di Beethoven. Concerti a Jesi, Macerata, Pesaro, Fabriano e Fermo

JESI 12/01/2016 ─ Si va verso il sold out per l’apertura della stagione sinfonica 2016 della FORM. Grazie anche alla crescita degli abbonamenti del 10%, passati da 360 a 395, il Teatro Pergolesi di Jesi, domani 13 gennaio, si riempie di pubblico per ascoltare la celeberrima Quinta sinfonia di Beethoven e la bravura di Hubert Soudant, musicista olandese di fama e carriera mondiale, direttore principale della FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana da un anno esatto.
Domani il Maestro interpreta l’esecuzione di un programma all’insegna del classicismo viennese: il Soudant’s Series: Beethoven 5 prevede infatti l’esecuzione di tre brani, ovvero Ouverture, Hob. XXVIII/12 dall’Armida e la Sinfonia concertante in si bemolle magg. per violino, violoncello, oboe, fagotto e orchestra, Hob. I/105, entrambi di Franz Joseph Haydn, insieme alla Sinfonia n. 5 in do min., op. 67 di Ludwig van Beethoven.
La Quinta Sinfonia ha fatto storia grazie alla sua energia spaventosa, ormai simbolo assoluto della potenza titanica. Popolarmente interpretato come l’inquietudine per la crescente sordità del suo autore e definito da Beethoven stesso «il destino che bussa alla porta», il suo attacco è stato utilizzato addirittura nelle trasmissioni in italiano di Radio Londra durante la Seconda guerra mondiale; ma ha risvolti anche meno tragici. Le sue note hanno influenzato e continuano ad influenzare tutto l’universo della musica e del cinema, come il film Fantasia 2000, stimolando sempre la fantasia dei più svariati mondi creativi.
Hubert Soudant ha scelto un percorso di approfondimento nel mondo del Classicismo viennese, di cui Haydn è stato un esponente fondamentale e Ludwig van Beethoven l’ultima personalità di rilievo. Lo stesso Beethoven ha dedicato le prime tre sonate per pianoforte ad Haydn, suo grande estimatore e maestro.

Il concerto viene replicato giovedì 14 al Lauro Rossi di Macerata, ore 21; venerdì 15 al Rossini di Pesaro, ore 21 (in collaborazione con Ente Concerti); sabato 16 al Gentile di Fabriano, ore 21.15; domenica 17 al Teatro dell'Aquila di Fermo, ore 17.

CRISTIANO VEROLI
web design

Eidos
(D) Developed EIDOS

Coming Soon